Canto di Natale
Canto di Natale
 
 
 
 
 
 
 
 
.
 
 

Ebenezer Scrooge, ricco e avaro finanziere, non spende nulla nemmeno per sé. Per lui il Natale è una perdita di tempo ed è talmente infastidito dalle festività che impone al suo contabile Bob Cratchit, a cui dà uno stipendio da fame, di presentarsi in anticipo al lavoro il giorno dopo Natale. Risponde male a tutti coloro che gli fanno gli auguri, incluso l'affettuoso nipote Fred, figlio della defunta sorella, che invano lo prega di pranzare con la sua famiglia. Tornato a casa, però, gli appare il fantasma di Marley, suo defunto socio in affari, imprigionato in una pesante catena che lui stesso, in vita, ha forgiato con la propria avidità. Marley, prima di svanire, gli annuncia l’imminente visita di tre spiriti: il Natale passato, quello presente e il Natale futuro. Appare il primo Spirito, quello del Natale passato, che lo riporta indietro nel tempo. Lo Spirito del Natale Presente conduce Scrooge dalla famiglia di Bob Crachit, che sta consumando la cena di Natale: sono tutti felici, anche il piccolo e malato Tim, sebbene vivano in condizioni misere. Lo spettro si congeda e compare lo Spirito del Natale Futuro, Il fantasma, che gli mostra il profondo dolore dei Cratchit e che cercherà in tutti i modi di redimere Scrooge.

Date spettacoli
a RomaTeatro Sala Uno
dal 06 al 11 dicembre 2016
 
© 2016 Musical.it
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.042 secondi
Powered by Simplit CMS